Aperti per Lavori. Le collezioni del museo d'arte orientale "Giuseppe Tucci"

Le preziose collezioni del museo d'arte orientale Tucci arrivano al Museo Luigi Pigorini.


Comunicato Stampa

Il laborioso e impegnativo trasferimento del museo d'arte orientale si avvia alla sua conclusione, prevista per la fine di gennaio 2018.


--> In attesa dell'allestimento nei nuovi spazi espositivi, programmato per la fine del 2019, giovedì 21 dicembre 2017, presso il Museo Luigi Pigorini, si inaugura "Aperti per lavori", una esposizione di oltre 650 oggetti, dall’Arabia alla Cina, dalla Turchia all’India, rappresentativi della grande varietà delle raccolte del museo Tucci. 
Insieme alla celebre stele di Palmira, alle porcellane cinesi, alle divinità tibetane e ai rilievi del sud Arabia, i visitatori troveranno anche nuovi percorsi descrittivi che consentiranno di riavviare da subito l'importante attività didattica precedentemente svolta nella sede di via Merulana. 

Entro la fine di Gennaio sarà poi aperta al pubblico una mostra tematica temporanea sulle missioni archeologiche dell'IsMEO, presso l'altra sede del MuCiv, nel Palazzo delle arti e tradizioni popolari, nella quale saranno esposti i rarissimi fregi di arte del Gandhara nella valle dello Swat in Pakistan; i preziosi marmi dal Palazzo del Sultano Mas'ud III in Afghanistan e i reperti provenienti dall'antica città di Shahr-ì Sokhta sulle vie carovaniere tra vicino Oriente e Asia Centrale.

"Aperti per lavori" è una mostra  temporanea destinata a crescere nel tempo: man mano che gli oggetti arriveranno all’Eur sarà arricchita, rendendo il pubblico partecipe di questo work in progress. 





__________________________________________________________________

SCOPRI LE ALTRE MOSTRE IN CORSO A ROMA